Ormone della crescita e schemi del suo utilizzo



L'ormone della crescita è utile in molti modi. Tutto dipende da quali obiettivi stai perseguendo accettandolo. L'uso più popolare delle iniezioni di ormone della crescita è quello di ridurre il peso corporeo riscaldando i depositi di grasso in massa muscolare.

Ormoni della crescita Naturalmente, è anche usato per scopi medicinali come stimolante per la crescita del corpo e degli organi interni, se la funzione di crescita standard del paziente è compromessa, nonché per accelerare il processo di guarigione della ferita.

Contrariamente alle opinioni spesso espresse, notiamo che l'effetto dell'utilizzo dell'ormone della crescita per costruire massa muscolare è piuttosto lento. Ci sono ovviamente delle eccezioni a questa regola, ma sono trascurabili. Puoi acquistare l'ormone della crescita in qualsiasi negozio di nutrizione sportiva. La nostra raccomandazione è di consultare un professionista in anticipo sulla scelta di un farmaco specifico, sulla durata del corso e sul dosaggio giornaliero.

La durata del corso può arrivare fino a trenta settimane, in questo caso gli esperti consigliano di fare delle pause per almeno alcuni giorni più volte. Forse ti deluderemo, ma la trovata pubblicitaria secondo cui dopo due o tre iniezioni guadagnerai immediatamente dieci chilogrammi di massa muscolare o guarirai le ferite in modo fantastico rapidamente non ha alcuna base reale sotto di essa - questo è solo un mito. Ci auguriamo che per te venga dissipato una volta per tutte.

Il dosaggio giornaliero, ripetiamo ancora, è individuale per ogni persona e dipende anche dal particolare farmaco che userete. Ad esempio, la popolare jintropina viene utilizzata approssimativamente nelle seguenti quantità: 2-3 UI come terapia antietà, recupero generale e guarigione, mobilizzazione del tessuto adiposo; 4-5 U per aumentare la massa muscolare e migliorare la forma del corpo. Se vuoi aumentare l'effetto dell'assunzione dell'ormone della crescita, dovresti assumere contemporaneamente testosterone, insulina e tiroide.









































Lascia un commento