“Ho sempre nuotato, fin da quando ero piccola. Nel 2010 ho cominciato a fare le gare e non ho più smesso. La mia vita è stata sempre nuoto, studio, gare. Poi è arrivato Roberto e con lui ho iniziato a immaginare di viaggiare, di vedere il mondo insieme. Ho continuato a nuotare e continuo a farlo, sono stata alle paralimpiadi di Rio 2016 e sono campionessa europea, direzione Tokyo 2020. Quest’anno, però, io e Robi ci siamo imbattuti in questa agenzia, Onivà, che propone un viaggio particolare, il mistery travel: fino all’arrivo in aeroporto non sai la destinazione del tuo viaggio e la scopri aprendo una busta che ti è stata mandata una settimana prima, devi resistere alla tentazione per goderti la sorpresa! Io e Robi ci siamo guardati e già avevamo deciso che era il viaggio per noi e il modo perfetto per cominciare il nuovo anno. Così siamo partiti, il 30 Dicembre, per l’aeroporto di Bergamo senza sapere dove saremmo andati. Apriamo la busta e “Sorpresa!” Si parte per Barcellona! È stato un viaggio bellissimo, ricco di emozioni e di scoperte, ci è piaciuto dover improvvisare( alcune attività erano già organizzate) e solo tornando a casa ci siamo resi conto di quanto sia stato bello. Auguro a tutti di fare un viaggio del genere una volta nella vita, perché aiuta a capire ancore meglio l’idea che il bello della vita è il viaggio e non la destinazione!
Un abbraccio, Arianna.”

Lascia un commento