VIAGGIO AMICI #6: SILLA FREGONA

“Nelle cene che organizzo su Verona in collaborazione con l’Associazione dei ciechi e degli ipovedenti ti faremo vivere una nuova emozionante, esperienza.
Metteremo da parte il senso primario che è la vista, per il tempo di una cena, sviluppando tutti gli altri sensi.

Troppo concentrati come siamo sul “non toccare” e “non portare” alla bocca il cibo, nel tempo dimentichiamo le consistenze e perdiamo l’essenziale. Ci affideremo quindi al tatto, con supporto dell’olfatto e anche dell’udito.

Naturalmente il menù sarà a sorpresa e sarà proprio questo il bello della serata. Scoprire gli ingredienti del piatto, le varie consistenze, portare il cibo alla bocca e in alcuni casi usare il coltello per tagliare il cibo.

Saremo supportati da persone non vedenti o ipovedenti appartenenti all’ Unione dei ciechi di Verona durante tutto il servizio. Ciò ci permetterà di ricevere alcune indicazioni e suggerimenti per la serata. Nonchè racconti della loro quotidianità così apparentemente tanto diversa dalla nostra.
Parte dell’incasso della serata viene devoluto per finanziare i loro progetti.

Questa esperienza nasce dalla volontà di gustare il cibo in maniera più profonda senza essere condizionati dalla vista e di approcciarsi in maniera diversa verso coloro che sono non vedenti e vivono al “buio”.”

Lascia un commento